•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
A+ A A-

Archivio Inventario di Gerardo Dottori

L’archivio del pittore perugino Gerardo Dottori è di proprietà del dott. Massimo Duranti, critico d’arte e principale esperto del maestro futurista. Nel novembre del 1999 la Soprintendenza Archivistica dell’Umbria ha dichiarato tale archivio di notevole interesse storico e, in quella data, ha preso corpo il progetto del suo riordinamento ed inventariazione. Intorno alla fine degli anni Sessanta, quando la fama dell’artista si era definitivamente consolidata, il giovane Duranti iniziava a frequentare la casa del pittore. Presentati da un amico comune, i due stabilirono immediatamente una relazione di reciproca stima e conoscenza che si protrasse fino alla morte di Dottori avvenuta nel 1977. Grazie a quel rapporto il passaggio delle carte di quest’ultimo nelle mani di Massimo Duranti avvenne naturalmente, agevolato inoltre dalla figura di  Tancredi Loreti, un facoltoso imprenditore perugino con una grande passione per l’arte. Alla metà degli anni Sessanta Loreti conobbe Gerardo Dottori, ne intuì la grandezza e il genio ed iniziò un’opera di promozione della sua figura e della sua opera che erano state sommariamente offuscate dalle revisioni antifasciste compiute dalla nuova repubblica. Questo lavoro si concretizzò nella pubblicazione del primo catalogo monografico di Guido Ballo Dottori aeropittore futurista, Editalia, Roma 1970. Oltre al citato catalogo, opera somma dell’intera produzione artistica del maestro, Tancredi Loreti portò avanti un personalissimo studio su Dottori, sulla sua opera e su tutta l’arte del Novecento al fine di rintracciare le origini del futurismo e del suo più importante rappresentante umbro. Ricercò in tutta Italia e all’estero i contatti che Dottori aveva intrattenuto con personaggi del panorama artistico e non solo, riuscendo a rintracciare lettere e documenti che poi con meticolosità riproduceva fotostaticamente. Tutto questo materiale va a costituire l’Archivio Loreti prova del grande impegno e della passione con cui l’imprenditore perugino si avvicinò al pittore divenendone a tutti gli effetti amico e mecenate. Tale archivio anch’esso ora in possesso di Massimo Duranti, al quale fu consegnato postumo dalla vedova di Tancredi Loreti, è stato in questa sede riordinato ed inventariato, perché trovato insieme alle carte di Dottori. L’archivio di Tancredi Loreti è divenuto dunque, un’appendice dell’importante insieme documentario di Gerardo Dottori, le cui carte vennero consegnate dall’artista a Loreti per la stesura dei testi e della documentazione necessari per la pubblicazione del catalogo sopra citato. Tuttavia un cospicuo numero di documenti giace ancora nella casa del maestro, perché di proprietà del figlio adottivo del suo erede testamentario; di questi ultimi purtroppo non si possiede neppure un elenco di consistenza. Ci si auspica che al più presto si possa ricongiungere questo archivio con le carte là giacenti per produrre un solo strumento di lavoro da mettere a disposizione degli studiosi.

L’archivio Dottori è riordinato in cinque serie archivistiche:

Documenti personalib. 1

Scritti di Dottorib. 2

Corrispondenzabb. 3 - 5

Contributi su Dottorib. 6

Fotografieb. 7

Film        n. 8 ( a – b)

SERIE

Documenti personali

b.1

In questa serie, composta da 9 fascicoli, sono raggruppati i documenti personali, dalla carta d’identità alle tessere di appartenenza a giornali, ai documenti relativi alle mostre. Il fascicolo n. 8 contiene documenti riguardanti sue esposizioni ed è stato suddiviso in 3 sottofascicoli ; il fascicolo n. 9 raccoglie alcune lettere né spedite né ricevute da Dottori, ma che lui comunque possedeva, ed è stato diviso in 5 sottofascicoli, uno per ogni lettera, ordinati in sequenza cronologica.

 

1. Disegno di esercitazione scolastica, s.d.

2. Carta d’identità, (lacera), s.d.

3. Tessere dei giornali, Tessera del “L’impero “ e di “Oggi e domani”, Anni Trenta

4. Progetto della sua palazzina, s.d.

5. Cartoline illustrate, (n. 7), s.d.

6. Assegno, (mai incassato),1922

7.Modulo del Dizionario delle arti figurative, 31 maggio 1936

8. Documenti relativi alle mostre

8/1. Indirizzario manoscritto da Dottori

8/2. Inviti a mostre n. 17 più due copie, anni 1920 - 1975

8/3. Tessere di riconoscimento per le mostre e moduli per i quadri, 1930 - anni Settanta

8/4. Documento di una mostra alla Galleria “Le Muse” di Perugia, 23 aprile 1966

9. Lettere di vari personaggi non indirizzate a Dottori

9/1. da Ago a Giacomo Balla, 22 maggio 1929 Messico

9/2. Lettera da Livio Tanzi a Marinetti, [anni Trenta] Venezia

9/3. da ad Alessandro Bruschetti, 17 gennaio 1970 Roma

9/4. da a Marinetti s.d.

9/5. scritto anonimo s.d. (sul retro disegni )

SERIE

Scritti di Dottori

b.2 Gli scritti sono stati suddivisi per area tematica: scritti autobiografici, scritti che hanno per oggetto questioni d’arte, racconti e novelle, opere teatrali, una miscellanea che contiene articoli di varia natura e frammenti. Ogni fascicolo raccoglie gli scritti afferenti ad un certo tema e all’interno del fascicolo ogni sottofascicolo contiene un solo scritto. I sottofascicoli sono ordinati in sequenza cronologica. Gli scritti che hanno il titolo sono stati riportati secondo il titolo, per quelli che non ne hanno sono state utilizzate le prime parole del componimento inserite nelle parentesi quadre. Le date sono state riportate nell’inventario quando il documento le presentava; per i manoscritti senza data è stato fatto un lavoro di ricerca e, in seguito a questo, ne è stata apposta una tra parentesi quadre. Per quanto riguarda la numerazione delle pagine di ogni componimento si è fatta la seguente scelta: con pagine si intendono i fogli numerati, con carte quelli che non avevano numerazione. 

1 Scritti autobiografici

1/1

[...ora dopo quaranta mesi di guerra...], datt., pp.5, anno 1919, (incompleto)

 

1/2

Perchè sono diventato futurista, ms, pp.7,[anni Venti]

 

1/3

Dimmi qualcosa della tua vita, ms., c.1 ,[anni Venti]

 

1/4

[Sono perugino...], ms., pp. 4, [1927 circa], (incompleto)

 

1/5

[Gerardo Dottori...], ms., c. 1, [primi anni Trenta], (incompleto)

 

1/6

Il mio misticismo. Lettera ad Emilio Zanzi, datt., pp. 4, 1934

 

1/7

Gerardo Dottori, datt. c.1,1936

 

1/8

Confessionale, ms., cc. 3, [fine anni Trenta], (incompleto)

 

1/9

Visita al mio studio, dat., pp. 4,[1940 circa]

 

1/10

[...entro di me godo...], ms., pp. 3 e 4, [anni Cinquanta], (incompleto). A p. 4 v. c’è un altro manoscritto, anch’esso incompleto, dal titolo I 

 

ceri di Gubbio sul col di lana 

 

1/11

[Quando avevo trent’anni...], ms., pp. 27, maggio 1963

 

1/12

Note e notizie autobiografiche, ms., pp. 22;

Note e notizie autobiografiche, datt., pp. 21, (con correzioni, 3 versioni), [fine anni Sessanta]

 

1/13

Il mio soggiorno a Roma, 1925 - 1939, ms., pp. 5 più c. 1 di note, [1970]

 

 

2 Scritti d’arte

2/1

[C’è qualcosa che à dell’incredibile nella morte di Boccioni...], ms., cc. 2, [1916]

 

2/2

[Bragaglia e il suo teatro], ms., cc. 2, [1921], (incompleto)

 

2/3

Polemica all’amico Prampolini, ms., cc. 2, [1922], (incompleto)

 

2/4

“Velocità” (Trittico), ms., cc. 2, [1925]

 

2/5

Futurismo e razionalismo. Monza 1930, ms., pp. 2

 

2/6

Cenni sul rinnovamento della scenotecnica, ms., pp. 8, [anni Trenta]

 

2/7

La II mostra di plastica murale a Roma, ms., pp. 11, [1936], ( la p. 11 ha l’ultima parte mancante e incollata con un foglio diverso)

 

2/8

L’arte in chiesa. Una conferenza di Bertini Calosso, ms., pp. 5, [fine anni Trenta]

 

2/9

Neoclassicismo, romanticismo, impressionismo, ms., pp. 3, [fine anni Trenta]

 

2/10

Arte d’oggi, ms., pp.5, [1939], (l’ultima pagina non è numerata)

 

2/11

[Creare è cosa...], datt., cc. 8, (incompleto?), [anni Quaranta]

 

2/12

[...le origini della pittura in Umbria...], ms., pp. 11, [anni Quaranta], (alla p. 11 appunti di altra natura)

 

2/13

L’Accademia di Belle arti Pietro Vannucci dalle origini al pareggiamento, datt., 15 pp., [anni Quaranta]

 

2/14

Futurismo, ms., pp. 14, [anni Cinquanta], (sul v. della p. 14 appunti manoscritti)

 

2/15

[... la pittura di Picasso...], ms., p. 1 (numerata sul r. e sul v.) [anni Cinquanta]

 

2/16

[Non sappiamo chi sia il Sig. G.A.P...], ms., c. 1, [1957]

 

2/17

Futurismo, ms., pp. 12, [fine anni Cinquanta]

 

2/18

Max Dicard, ms., pp. 2, [anni Sessanta]

 

2/19

Nascita del futurismo (20 febbraio 1910), ms., pp. 15 + cc. 5, [anni Sessanta]

 

 

3 Racconti e novelle

3/1

Di piantone, ms., c. 1, 1915

 

3/2

[Una raganella ai piedi di un olmo...], ms., c. 1, 1916, (firmato G. Voglio)

 

3/3

[Grigio ventoso...], ms., c. 1, 1916, (è presente un piccolo disegno)

 

3/4

Madrigale, ms., c. 1, 1916

 

3/5

La lirica di Natale, ms., cc. 2, [1916 - 1918]

 

3/6

Pasqua, 2 versioni: la prima ms. c. 1; la seconda ms., c. 1, scritta sul r. e sul v., [1916 - 1918]

 

3/7

Brani di romanticismo, ms., c. 1, 1917

 

3/8

[Da molti giorni...], ms., c. 1, [1918], (firmato G. Voglio)

 

3/9 

G. Voglio imprigionato, ms., cc. 2, [1918], (incompleto)

 

3/10

[La fanciulla in lutto...], ms., c. 1,1918

 

3/11

[Da oggi alle ore 12.58...], due versioni: la prima ms., c. 1, (incompleta); la seconda cc. 4, [fine anni Dieci]

 

3/12

[...cera che scolava su di una splendida coperta rossa...], ms., pp. 5, [ 1916 - 1918], (incompleto)

 

3/13

Lo scherzo della signorina serva, ms., pp. 17, [primi anni Quaranta]

 

3/14

Il grillo morto di fame, ms., c. 1, [anni Quaranta]

 

3/15

L’ultima novella, ms., pp. 49, [1944 - 1945], (manca la prima pagina)

 

3/16

Rosaluce, ms., pp. 28, [anni Settanta]

 

3/17

Il primo giorno della mia vita, ms., pp. 21, s.d.

 

3/18

[Barzellette], ms., c. 1, s.d.

 

3/19

L’uomo che russa, ms., cc. 5, s.d., (incompleto?)

 

3/20

[Stanotte la luna...], ms., c. 1, s.d.

 

 

4 Opere teatrali

4/1 

Intervista con Pietro perugino, ms., pp. 12, s. d. , ( mancano le pp.7,8,9,10; l’ultima pagina è lacera, ma Loreti vi ha attaccato la fotocopia 

 

dell’originale)

 

4/2

La tenia intellettuale (sintesi teatrale), ms., cc. 3, s.d.

 

4/3

Ospedaletto n. , ms., pp. 12, s.d.

 

 

5 Miscellanea

5/1 

Pubblicazioni che si occupano del pittore Gerardo Dottori, ms., pp. 3, s.d.

 

5/2

II Sagra musicale umbra, datt., pp. 3, [1947]

 

5/3

L’Apocalisse, ms., p. 1, s.d.

 

5/4

Frammenti: n. 12 manoscritti tutti di una c., tranne il n. 2 di cc. 3, il n. 5 di pp. 2; 

n. 7 dattiloscritti tutti di una c. tranne il n. 5 di cc. 3, il n. 6 di cc. 2, il n. 7 di cc. 2.

 

 

 

SERIE

Corrispondenza

La serie Corrispondenza è organizzata nelle seguenti sottoserie: Mittenti abituali, Mittenti occasionali, minute di Dottori, biglietti. La 

 

sottoserie Mittenti abituali raccoglie le lettere in cui i mittenti compaiono più di una volta; la seconda sottoserie contiene le missive di 

 

mittenti che hanno scritto a Dottori una sola volta. La terza sottoserie raggruppa un esiguo gruppo di minute dell’artista e i biglietti 

 

funerari. 

Per facilitare la ricerca, ma senza violare il processo di sedimentazione naturale dei documenti, si è scelto di stilare un ordine alfabetico per 

 

i mittenti abituali, mentre per i mittenti occasionali si è scelto di ordinarli secondo un criterio cronologico. Le minute e gli avvisi funerari 

 

sono ordinati in ordine cronologico. Si è scelto di fornire un regesto per ogni lettera così da averne un quadro esaustivo anche del contenuto. 

Nella sottoserie Mittenti abituali il fascicolo contiene tutte le lettere di un personaggio e all’interno di esso ogni sottofascicolo una 

 

lettera; nel secondo gruppo invece, ogni fascicolo contiene la lettera di un dato personaggio. Nella terza sottoserie il primo fascicolo contiene 

 

tutte le minute dell’artista ed ognuna di esse è raggruppata in sottofascicoli, ordinati in ordine cronologico; il secondo fascicolo contiene 

 

tutti i biglietti funerari.

Per quanto riguarda la datazione delle lettere prive di un riferimento cronologico è stato fatto un lavoro di ricerca per ogni missiva e apposta 

 

una data riportata tra parentesi quadre.

 

 

Mittenti abituali

b.3

 

1 Cesare Andreoni

1/1

19 febbraio 1941

Milano

Andreoni è stato incaricato da Marinetti di organizzare la III Mostra del Sindacato fascista di Belle Arti a Milano, in aprile, e di invitare 

 

Dottori; gli comunica altresì, le modalità di partecipazione e di premiazione.

 

1/2

S.d. 

S.l.

Frammento di lettera di Andreoni; sul verso appunti di Dottori.

 

 

2 C. Balleroy

2/1

20 gennaio 1929

Parigi

Balleroy è il direttore della rivista francese “Revue du Vrai e du Beau” e  in quel momento sta lavorando alla realizzazione di un progetto 

 

editoriale che spera interesserà anche Dottori.  

 

2/2

5 aprile 1929

Parigi

L’autore ripropone nuovamente il suo progetto.

 

 

3 Guido Ballo

3/1

28 ottobre 1968 

Milano

Ballo accetta con piacere di scrivere l’introduzione alla monografia, data la stima che nutre per l’arte di Dottori

 

3/2

31 gennaio 1969

s.l.

Ballo spedisce il testo per l’introduzione alla monografia e fornisce consigli sulla veste grafica e sull’impostazione generale dell’opera.

 

3/3

16 luglio 1969

Milano

Dottori aveva precedentemente inviato un quadro a Ballo, ma quest’ultimo preferisce averne uno che sia “propriamente futurista”. ( In calce nota 

 

di Dottori)

 

3/4

[fine estate 1969]

s.l.

Ballo comunica che sta per partire e si augura che la stampa del libro stia andando bene.

 

 

4 Fortunato Bellonzi

4/1

31 luglio 1954

Roma

L’Ente Autonomo Esposizione Nazionale Quadriennale d’Arte di Roma e I’stituto di Storia dell’Arte dell’Università di Roma  stanno lavorando alla 

 

redazione del volume  “Archivi del Futurismo” e per tale motivo Bellonzi chiede documenti di ogni genere sul movimento specialmente per il 

 

decennio 1910-1920. ( Segni di pennarello e appunti di Dottori).

 

4/2

19 agosto 1954

Roma

Bellonzi ringrazia Dottori per l’invio, già avvenuto o imminente, del materiale richiesto precedentemente.

 

 

5 Giuseppe Bottai

5/1

19 giugno 1920

Roma

Bottai chiede a Dottori di divenire collaboratore del giornale “Le fiamme” e gli chiede di spedirgli “Griffa!”.

 

5/2

18 luglio 1920

Roma

Bottai gli comunica con rammarico che “Le Fiamme” non esiste più e che forse riprenderà la sua attività in ottobre, comunque si dimostra 

 

entusiasta di “Griffa!” e gli chiede di divenirne il redattore per Roma.

 

5/3

20 agosto 1920

Roma

Bottai comunica la sua grande gioia per essere stato accettato come redattore da Roma ed espone brevemente idee e proposte.

 

5/4

19 gennaio 1922

Roma

Cartolina di saluti 

 

 

6 Enzo Brunori

6/1

21 giugno 1954

Roma

Brunori scrive per avere da Dottori documentazione per una mostra sul Futurismo italiano che la Quadriennale di Roma sta organizzando.

 

6/2

9 maggio 1963

Roma

Lettera di affetto e di stima in cui Brunori comunica il suo disagio per la situazione attuale del “mondo delle arti”.

 

6/3 

26 agosto 1964

Roma

Brunori si scusa per il suo lungo silenzio causato dalla difficile vita della grande città e dice che vuole partecipare con le sue opere al 

 

“premio Orvieto”.

 

 

7 Mario Carli

7/1

29 agosto 1910

Firenze

Carli fa un riferimento all’attività del giornale “La difesa dell’arte” e ringrazia Dottori per la sua collaborazione.

 

7/2

2 ottobre 1910

Firenze

Carli invita Dottori a Firenze, perché ha importanti comunicazioni da fargli.

 

7/3

8 giugno 1919

Piacenza

Carli si mostra particolarmente entusiasta dei lavori di Dottori e gli chiede di spedirgli dei quadri per le esposizioni di Piacenza, Bologna e 

 

Ferrara, assicurandogli che parlerà di lui a Marinetti “perché il tuo nome venga subito lanciato come meriti”.  

 

7/4

28 marzo 1920

Fiume

Carli ringrazia Dottori per il suo interessamento al giornale “Testa di ferro” e gli dice che vuole leggere “Griffa!”; gli chiede denaro e gli 

 

dice che può riprodurre alcuni suoi articoli.

 

7/5

2 settembre 1920

Milano

Carli invita Dottori e Presenzini Mattoli a scrivere per la “Testa di Ferro” stabilmente e dice che gli farà arrivare “S. Vito”.

 

7/6

29 giugno 1926 

Roma

Carli chiede a Dottori se ha disponibile qualche arazzo e su quale prezzo si aggira.

 

7/7

5 luglio 1926

Roma

Carli chiede uno sconto sul prezzo dell’arazzo e gli offre mille Lire.

 

7/8

16 luglio 1926

Roma

Carli lo ringrazia molto dell’arazzo che ha esposto durante la festa di battesimo di suo figlio, infatti l’opera ha ricevuto molte attenzioni e 

 

molti “elogi” e l’A. ha colto l’occasione per parlare di Dottori.

 

7/9

1 giugno 1932

Porto Alegre

Carli ha ricevuto le foto e le farà pubblicare su qualche giornale brasiliano.

 

7/10

13 aprile 1933

Porto Alegre

Carli gli parla lungamente del giornale “ La nuova Italia” che sta stampando in Brasile per le migliaia di italiani che risiedono laggiù e che si 

 

sono dimostrati entusiasti dei primi numeri usciti; gli chiede di continuare la collaborazione.

 

7/11

18 giugno 1933

Porto Alegre

Carli vuole comprare il ritratto che gli aveva fatto Dottori, perché ha saputo che il pittore sta attraversando problemi economici, 

 

contemporaneamente chiede articoli e fotografie per “La nuova Italia” manda saluti per Marinetti e dice di aver scritto a Fillia per organizzare  

 

la “mostra viaggiante di Aeropittura nel Sud America”.

 

7/12

25 agosto 1933

Porto Alegre

Si tratta di un’attestazione con cui Carli dichiara che Dottori è redattore ordinario per la rubrica Belle Arti del giornale italiano, redatto e 

 

stampato a Porto Alegre, in Rio Grande do Sul.  

 

7/13

31 agosto 1933

Porto Alegre

Carli sta preparando un numero speciale de “La nuova Italia” per festeggiare l’undicesimo anniversario della marcia su Roma e chiede a Dottori un 

 

contributo che sia dedicato a Mussolini.

 

7/14

4 agosto 1934

Dobbiaco

Carli dà delle indicazioni a Dottori circa un problema che il pittore ha avuto con la Casa d’Arte di La Spezia e chiede altresì se Dottori è al 

 

corrente dei lavori che si stanno facendo per la Mostra delle Rivoluzioni e per il Palazzo del Littorio.

 

7/15

6 ottobre 1934

Roma

Carli dice di essersi recato alla Segreteria Particolare del Capo del Governo e di aver parlato con un addetto circa una questione riguardante 

 

Dottori, lo ringrazia altresì per il ritocco alla sua camera da letto. (In fondo alla lettera un disegno). 

 

 

7/16

16 agosto 1935

Soriano nel Cimino

Lettera di rallegramenti. 

 

 

8 Guido Casalini

8/1

29 novembre 1940

Bolzano

Casalini ha venduto il quadro “Paese umbro” al presidente del Reale Automobile Club d’Italia, Conte Bonacossa, durante la IX Mostra Sindacale 

 

d’Arte a Bolzano.

 

8/2

24 febbraio 1941

Bolzano

Casalini spedisce a Dottoril ’assegno di Lire 1.350 della Cassa di Risparmio di Bolzano, ricavo della vendita di “Paese umbro” ; dalla cifra è 

 

stato detratto il 10% per le spese della mostra. Sul retro, di pugno, i saluti.

 

 

9 Cesare Cerati

9/1

maggio 1920

Fiume d’Italia

Cerati scrive di una spedizione di denaro, parla lungamente de “La testa di ferro” che, da tre numeri per mancanza di carta, esce in formato 

 

ridotto; appena sarà possibile ne spedirà a Dottori trenta numeri settimanali, nel frattempo chiede di avere “Griffa!”.

 

9/2

[giugno 1920]

Fiume d’Italia

Cerati ha ricevuto il denaro, spedisce alcune copie di “S. Vito”, un numero unico organizzato in 24 ore, ma dice di non aver ancora ricevuto 

 

“Griffa!”.

 

 

10 Angelo Della Massea

10/1

27 giugno 1928

Orvieto

Della Massea fa riferimento ad articoli di Dottori ed al libro che sta scrivendo dal titolo “Amici illustri” in cui parlerà anche dello stesso 

 

pittore.

 

10/2

21 febbraio 1929

s.l.

Della Massea si dichiara dispiaciuto per il brutto momento che sta attraversando Dottori, qualche mese fa l’avrebbe potuto aiutare; lo ringrazia  

 

per il fatto che sta scrivendo su di lui un profilo che poi pubblicherà su “L’Impero”.

 

11 Etha Fles

11/1

12 febbraio 1934

Roma

La Fles gli parla dell’articolo che sta scrivendo su di lui e gli chiede delle foto.

 

11/2

23 febbraio 1934

Roma

La Fles gli manda la seconda parte dell’articolo.

 

 

12 Fillia

12/1

20 gennaio 1925

Torino

Fillia comunica con entusiasmo i successi ottenuti dai lavori di Dottori esposti alla mostra a Palazzo Madama.

 

12/2

[aprile 1926]

s.l.

Fillia dà le indicazioni per la mostra che si terrà in maggio presso l’Associazione della Stampa.

 

12/3

4 maggio 1926

Torino

Fillia comunica ancora indicazioni riguardanti la mostra.

 

12/4

28 maggio 1926

Torino

Fillia cerca di organizzarsi per vendere i quadri di Dottori e gli fa un elenco degli artisti che sono stati a visitare la mostra.

 

12/5

[feb-mar 1927]

s.l.

Fillia scrive a Dottori le regole per partecipare alla “III Quadriennale di Belle Arti” e gli chiede anche di scrivere un articolo.

 

12/6

3 giugno 1932

Torino

Fillia ringrazia Dottori per il bell’articolo sui suoi quadri esposti alla “Biennale” veneziana, gli racconta di una sua conferenza tenuta a 

 

Torino proprio sulla esposizione di Venezia e invita Dottori a scrivere anche su Oriani e Mino Rosso, presenti anch’essi alla “Biennale”.

 

12/7

29 giugno 1933

La Spezia

Fillia chiede con urgenza un pezzo su La Spezia.

 

12/8

24 marzo 1934

Torino

Per la “Biennale” Marinetti ha convocato 40 artisti tra cui Dottori che esporrà dieci opere, tutte aeropitture, così come quelle degli altri 

 

futuristi; conclude con le indicazioni sui modi di spedizione dei quadri.

 

 

13 Regia Legazione d’Italia - Varsavia

13/1

firma illeggibile

12 febbraio 1929

Varsavia

Si parla di una mancata spedizione e delle modalità secondo le quali farla avvenire.

 

13/2

firma illeggibile

16 marzo 1929 

Varsavia

L’A. dice di aver ricevuto i quadri e acclude vaglia della Banca Agricola Italiana di £ 2131,14 per l’acquisto di un trittico e di un ritrattino.

 

 

13/3

firma illeggibile

28 marzo 1929

Varsavia

L’A dice che Dottori ha frettolosamente spedito i quadri nonostante gli avesse chiesto di attendere.

 

 

14 Lupattelli

14/1

10 marzo 1926

Perugia

Lupattelli è entusiasta del fatto che Dottori ha accettato di tenere due conferenze all’Università degli Stranieri dal titolo “L’arte italiana 

 

dei nostri tempi”.

 

14/2

20 ottobre 1926

Perugia

Lupattelli ringrazia per le conferenze tenute e si congratula per lo spessore delle stesse.

 

 

15 Cesare Maccari

15/1

19 giugno 1962

Parma

Maccari vuole accordarsi sulle date per le esposizioni di Parma e di Bologna.

 

15/2

27 febbraio 1970

Parma

Dopo aver ripercorso gli anni della propria formazione, Maccari dice che sta elaborando uno scritto su Dottori e che nella prossima primavera 

 

sarà a Perugia.

 

 

16 Gabriel Mandel

16/1

12 dicembre 1954

Milano

Mandel si rallegra per l’adesione di Dottori al libro sulla Pittura italiana contemporanea; gli scrive del proprietario di una certa opera e 

 

chiede informazioni su un pittore francese.

 

16/2

15 gennaio 1966

Milano

Mandel sta organizzando la mostra dal titolo “Documenti del Futurismo“ e invita Dottori.

 

16/3

4 febbraio 1966

Milano

Mandel ringrazia per l’adesione di Dottori alla mostra “Documenti del Futurismo”, se ne rallegra e gli dà tutte le indicazioni circa catalogo e 

 

mostra. (In fondo alla lettera sono presenti appunti di Dottori)

 

16/4

s.d.

Milano

Mandel ringrazia Dottori per il quadro e per le fotografie di cui una, che ha per soggetto “la luce fu”, sarà pubblicata.

 

 

17  Antonio Marasco

17/1

17 dicembre 1932

s.l.

Marasco si compiace dell’articolo di Dottori sul giornale di Settimelli.

 

17/2

8 maggio 1958

Roma

Marasco  si dispiace del fatto che è stato pubblicato per l’editore De Luca il libro dal titolo “Archivi del Futurismo” dal quale però, sono 

 

stati esclusi artisti importanti come Dottori. 

 

 

18 Filippo Tommaso Marinetti

18/1

[aprile 1919]

s.l.

Marinetti esprime profonda simpatia e grande apprezzamento per Dottori, gli parla del gradimento che ha raccolto presso Depero, Russolo e Funi, 

 

prosegue con l’offerta di materiale futurista e conclude rinnovandogli la fiducia per i suoi lavori.

 

18/2

[settembre - ottobre 1920]

s.l.

Marinetti chiede dei chiarimenti circa le accuse di antifuturismo che Gino Galli dalle pagine dell’”Ardito” ha mosso a Dottori e fa delle 

 

considerazioni circa l’ultimo numero di “Griffa!”. 

(Sul retro appunti di Dottori, forse la minuta di risposta).

 

18/3

[settembre - ottobre 1920]

s.l.

Dottori ha regalato un quadro a Marinetti il quale ringrazia e si congratula delle scelte fatte per le opere da esporre alla “Galleria d’Arte”. 

(Note a matita di Tancredi Loreti).

 

18/4

26 novembre 1920

s.l.

Lettera telegrafica con la quale Marinetti comunica che ha ricevuto e che pubblicherà.

 

18/5

[marzo 1921]

s.l.

Marinetti si congratula per la “veglia danzante futuristizzata” che Dottori ha organizzato a Perugia, spera di potergli trovare un locale a Roma 

 

dove fargli esporre le sue opere, conclude con un accenno al Tattilismo e ad Ivo Pannaggi.( La data a matita è di Loreti).

 

 

18/6

[febbraio - marzo 1921]

s.l.

Marinetti dice che la mostra di Ginevra è stata un successo e che spedirà i quadri di Dottori per un’altra mostra importantissima a Parigi, poi 

 

chiede il suo parere sul Tattilismo.

 

18/7

[luglio - agosto 1921]

s.l.

Marinetti gli parla dei grandi successi di pubblico e di critica ottenuti a Parigi e dice che sta per andare a Napoli per inaugurare il Teatro 

 

futurista della Sapienza con Cangiullo.

 

18/8

[primavera 1922]

s.l.

Marinetti spedisce la rivista sintetica e si complimenta con lui per i successi ottenuti a Bologna.

 

18/9

[maggio- giugno 1923]

Marinetti sta rappresentando la sua opera teatrale “Il Tamburo di Fuoco”, ma dice che sarà contento di inaugurare la mostra di Dottori. 

 

18/10

25 febbraio 1923

s.l.

Marinetti dice che non è riuscito a combinargli una mostra a Milano, comunque ha messo il nome di Dottori in calce ad una proposta di riforma 

 

artistica in difesa degli artisti stessi che verrà presentata a Mussolini.

 

18/11

23 marzo 1923

Milano

Chiede di far pubblicare il manifesto su l’”Assalto”.

 

18/12

[estate 1923]

s.l.

Marinetti dice di aver ricevuto l’”Assalto”, si congratula per il Fascio artistico perugino e dice che sarà a Perugia. (Sono presenti segni a 

 

pastello).

 

18/13

[estate 1923]

s.l.

Marinetti gli dice di scrivere a Prampolini per avere i primi due numeri di “Noi” e gli dà ragione della polemica che sta portando avanti; si 

 

congratula per la bellezza e per il significato futurista dell’ambiente realizzato a Perugia dal pittore.( Data a matita di Tancredi Loreti e 

 

segni a pastello)

 

18/14

12 novembre 1923

s.l.

Marinetti manda l’autografo per i proprietari del locale futurista l’Altro Mondo.

 

18/15

3 dicembre 1923

Roma

Marinetti gli chiede foto di “Flora”.

 

18/16

10 gennaio 1924

s.l.

Gli comunica che forse sarà a Perugia.

 

18/17

8 marzo [1924]

s.l.

Marinetti si dice d’accordo con Balla circa il fatto di non inviare quadri alla mostra Biennale d’Arte di Venezia, mossa sconsigliabile, perché 

 

sarebbe una concessione al gusto passatista.

 

18/18

[fine 1924]

s.l.

Marinetti gli dimostra tutto il suo appoggio e la sua ammirazione.

 

18/19

27 novembre[1924]

s.l.

Marinetti gli dice che parlerà con gli amici di “Bottega di Poesia”. (Sul v. piccolo disegno a matita).

 

18/20

[dicembre 1924 - gennaio 1925]

s.l.

Marinetti gli parla dell’organizzazione della mostra che si terrà a gennaio a Palazzo Madama a Torino.

 

18/21

[fine 1924 - inizio 1925]

s.l.

Marinetti lo ringarazia per aver scritto qualche cosa e gli dice che ha parlato molto bene di lui nel suo discorso inaugurale. 

 

18/22

[fine 1924 - inizio 1925]

s.l.

Marinetti ha ricevuto le foto, ha parlato di lui nel suo discorso inaugurale e i suoi quadri sono ben esposti ed ammirati.

 

18/23

[gennaio - febbraio 1925]

Roma

Marinetti lo incita a lavorare alacremente per produrre nuovi quadri da esporre a Roma, diversi da quelli esposti da Bragaglia.

 

18/24

[febbraio 1925]

s.l.

Marinetti gli dice che c’è spazio e che deve mandare la lista delle opere a Prampolini.

 

18/25

[luglio - agosto 1925]

s.l.

Marinetti gli dice che sta per recarsi a Foligno e che per quanto riguarda i suoi quadri esposti alla Biennale romana, deve contattare 

 

direttamente il Palazzo delle Esposizioni.

 

18/26

24 gennaio 1926

Istambul

Cartolina di saluti.

 

18/27

23 aprile 1926

Roma

Marinetti si congratula per la bellezza dei quadri.

 

18/28

[1926 -1927]

s.l.

Marinetti gli chiede una collaborazione per “Ars”.

 

18/29

[gennaio 1927]

s.l.

Marinetti gli dice che gli invierà prossimamente l’opera “Nuovi Poeti Futuristi” e che per l’inaugurazione della mostra di Bologna deve prendere 

 

accordi con Caviglioni.

 

18/30

[gennaio 1927]

s.l.

Marinetti invita Dottori a fare una conferenza inaugurale a Bologna e fissa la data per il giorno 20. (Sono presenti note a penna).

 

18/31

20 maggio 1927

s.l.

Marinetti è stato a Parigi dove ha assistito al trionfo di Prampolini, di ritorno, a Torino, ha ammirato il trittico di Dottori.

 

18/32

7 luglio 1927

Roma

Marinetti gli consiglia di prepararsi ad una grande mostra di architettura che si terrà in inverno.

 

18/33

22 luglio 1927

Roma

Testo breve con cui Marinetti gli dice che non dimentica nulla.

 

18/34

[luglio - agosto 1927]

Capri

Marinetti si dichira d’accordo con Dottori e gli dice che il suo Trittico è perfettamente in linea con il “Mussolini “ di Prampolini e con la 

 

“Locomotiva” di Pannaggi; prosegue chiedendogli di scrivere due articoli, uno per l’”Impero”, l’altro per il “Movimento Futurista” della Fiera 

 

Letteraria, in cui deve esaltare Boccioni e deve fare altre dichiarazioni sul futurismo in relazione al cubismo.

 

18/35

10 agosto 1927

Capri 

Cartolina di saluti di Marinetti, Azari e Benedetta.

 

18/36

[agosto 1927]

Capri

Marinetti gli chiede se può esporre il suo “Trittico” insieme ad altre sue opere, durante una conferenza che deve tenere all’Università per 

 

Stranieri. (In calce, di pugno, saluti di Benedetta).

 

18/37

[settembre 1927

s.l.

Dopo le congratulazioni gli dice che vuole le fotografie per il catalogo della mostra che si terrà in ottobre alla Galleria Pesaro di Milano.

 

18/38

[dicembre 1927]

s.l.

Marinetti si congratula per il successo ottenuto a Milano e, in calce, auguri di pugno di Prampolini.

 

18/39

[marzo - aprile 1929]

s.l.

Gli comunica l’indirizzo a cui spedire i lavori per la mostra di Barcellona e gli domanda a che punto è col lavoro per l’idroscalo di Ostia.

 

18/40

1° agosto 1929

Capri

Cartolina di saluti

 

18/41

[fine 1929]

s.l.

Marinetti si dice disposto a presentare le mostre di Dottori a Roma e a Perugia.( sul r. e sul v. appunti di Dottori).

 

18/42

[febbraio - marzo 1930]

s.l.

Gli parla della prossima esposizione a Venezia e non si dichiara d’accordo con lui sulla questione dell’Arte sacra futurista.

 

18/43

[marzo 1930]

s.l.

Gli comunica come mandare i quadri a Venezia e gli dice di contattare Vittorio Pica.

 

18/44

[marzo 1930]

s.l.

Di nuovo indicazioni per spedire i quadri a Venezia e ancora il nome di Vittorio Pica.

 

18/45

[agosto - settembre 1931]

s.l.

Marinetti gli dice di preparare opere di aeropittura per una mostra a Milano alla Galleria Pesaro.

 

18/46

[febbraio 1935]

s.l.

Marinetti ringrazia per un articolo Dottori e gli chiede “Flora” o l’”Incendio” per la mostra che si terrà a Palermo in marzo.

 

18/47

[primi mesi 1935]

s.l.

Marinetti gli dice che si informerà presso la Galleria Bottega di Poesia e gli dice che vorrebbe foto di “Dolomiti” e di “Lago”.

 

18/48

22 luglio 1935

Roma

Gli comunica che ha raccomandato al Duce il polittico e aggiunge che ha ricevuto l’Aeropoema.

 

18/49

31 luglio 1935

Roma

Marinetti ha accompagnato Mussolini nelle sale futuriste e gli ha fatto vedere il “Polittico” di Dottori; il Duce è rimasto molto colpito e ha 

 

dichiarato davanti a tutte le autorità che si trattava un quadro pieno di forza che andava acquistato e collocato nella sede del partito.

 

18/50

20 agosto 1935

Roma

Luigi Scrivo, il segretario particolare di Marinetti, scrive a Dottori e gli dice che il suo superiore si è rivolto ad Oppo per la vendita del 

 

“Polittico”.(In calce la firma di Scrivo e quella di Marinetti).

 

18/51

12 ottobre 1935

Roma

Telegramma. Marinetti comunica che si imbarca per Napoli il giorno 21 e desidera vedere Dottori.

 

18/52

1° dicembre 1935

Etiopia

Cartolina di saluti, in cui gli manda “auguri affettuosi di creazioni futuriste”.

 

18/53

30 gennaio 1936

Etiopia

Cartolina di saluti “dopo il combattimento”.

 

18/54

[23 marzo 1936]

Etiopia*

Breve lettera di saluti “dopo il combattimento” .

 

18/55

5 dicembre 1938

Roma

Marinetti gli parla della vittoria ottenuta al Teatro delle Arti e della decisione presa dal Ministero della Cultura popolare di far tacere gli 

 

avversari. (Sul retro appunti di Dottori).

 

18/56

18 febbraio 1939

Roma

Marinetti gli dice che ha parlato con Pavolini per una esposizione di Dottori.

 

18/57

14 agosto 1941

s.l.

Marinetti vuole esporre al pubblico la propria opinione su “Sintesi della guerra”.

 

18/58

11 ottobre 1941

Roma

Marinetti dice di avere molte cose importanti da discutere con Dottori e che presenzierà l’inaugurazione della sua mostra.

 

18/59

1° dicembre 1941

Roma

Marinetti gli dice che aspetta Lazzari per parlargli e segnala il musicista Aldo Giuntini per una serata di “Estetica futurista della Guerra”.

 

18/60

23 dicembre 1941

Roma

Gli dà dei consigli circa un volumetto e gli dice che sta ricevendo comunicazioni entusiaste della serata futurista.

 

 

19 Krimer (Cristoforo Mercati)

19/1

27 gennaio 1928

Firenze

Krimer parla al pittore di una mostra che vuole organizzare a Firenze, gli espone tutto quello che ha programmato e gli chiede certezze sulla 

 

presenza di Marinetti. 

 

19/2

18 gennaio 1928

Firenze

Krimer ha saputo che Settimelli pubblicherà un nuovo quotidiano “A e Z”; dato che  ne vuole diventare corrispondente da Firenze, chiede a Dottori 

 

di intercedere per lui presso Settimelli.

 

19/3

4 dicembre 1928

Firenze

Krimer ha segnalato ad una rivista non meglio qualificata, l’indirizzo di Dottori e gli ricorda la questione di Settimelli.

 

 

20 Nello Ponente

20/1

1 luglio 1954

Roma

Ponente sta raccogliendo documenti per la Quadriennale romana e per l’Istituto di Storia dell’arte dell’Università di Roma, come aveva già 

 

comunicato Brunori precedentemente, pertanto chiede anch’esso documenti.

 

20/2

29 luglio 1954

Roma

Ponente ringrazia per i documenti già giunti a Roma e ne chiede altri riguardanti nello specifico Dottori. 

 

20/3

19 agosto 1954

Roma

Ponente ha già ricevuto alcuni documenti, ora chiede a Dottori l’elenco delle sue opere anteriori al 1920. (In calce note a matita e a pastello 

 

di Tancredi Loreti).

 

 

21 Enrico Prampolini

21/1

giugno 1922

Roma 

Si tratta di una lettera diretta a tutti gli artisti che hanno esposto alla mostra di Praga nell’ottobre - novembre 1921 con la quale Prampolini 

 

descrive tutti i successi ottenuti e comunica di aver preso contatti per realizzare altre mostre.

 

21/2

27 mar 1943

Roma

Prampolini su incarico di Marinetti e di Oppo sta organizzando la “Quadriennale”, descrive a Dottori lo spazio che avrà a disposizione e gli 

 

chiede di inviargli  le schede di notifica.

 

21/3

20 maggio 1950

Roma

Prampolini risponde con affetto ad una precedente di Dottori e gli parla dell’amarezza con cui sta attraversando questa fase storica; ultimamente 

 

in Italia ha esposto raramente e per questo non può accettare l’invito di partecipare alla mostra sindacale di cui Dottori gli ha parlato.

 

 

22 Alberto Presenzini Mattoli

22/1

23 marzo 1939

Terni

Presenzini Mattoli ringrazia Dottori per quanto fa per lui e gli espone una serie di questioni personali.

 

22/2

30 aprile 1968

s.l.

Presenzini Mattoli gli dice che ha avuto notizia che a Terni stanno progettando di organizzare una grande mostra personale di Dottori in una 

 

prestigiosa galleria.

 

22/3

19 marzo 1971

luogo illeggibile

Presenzini Mattoli si complimenta per i successi e la vitalità di Dottori.

 

22/4

s.d.

s.l.

Presenzini Mattoli, dopo le solite felicitazioni, gli formula parole di incoraggiamento e chiede notizie di un quadro di Dottori.

 

 

23 Paolo Alcise Saladin

23/1

20 giugno 1929

Torino

Saladin ringrazia Dottori per avergli offerto, tramite Fillia, un quadro a prezzo di favore, ma in questo momento non può accettare; intanto 

 

scriverà sull’arte di Dottori.

 

23/2

14 novembre 1934

Torino

Saladin ha probabilmente perso un quadro di Dottori e si giustifica dicendo che è stato assente da Torino per molto tempo, comunque si impegnerà 

 

a ritrovarlo; conclude con una lunga dissertazione sul prezzo del quadro.

 

 

24 Menotti Salta (Saltamerenda)

24/1 

4 dicembre 1932

New York

Lettera amichevole e personale sul passato dei due amici e sulla vita di Salta il quale abita e lavora a New York come compositore.

 

24/2

24 novembre 1939

New York

Simpatica lettera riguardante una spedizione di caffè che Salta ha fatto a Dottori e a Giovanni Cecchini.

 

24/3

6 dicembre 1949

New York

Lettera amichevole di racconti di vita quotidiana, in cui Salta dice di non voler tornare in Italia, perché al momento il clima politico lo 

 

ripugna.

 

24/4

10 aprile 1968

Assisi

Biglietto da visita di Salta con auguri pasquali.

 

 

25 Alberto Sartoris

25/1

18 marzo 1968

Lutry (Svizzera)

Sartoris ringrazia Dottori per una cartolina e dice che non si potrà recare a Genova per la mostra; comunque chiede di ricevere il catalogo della 

 

mostra che si è svolta alla galleria 3A di Milano.

 

25/2

21 marzo 1970

Lutry

Si dispiace di non aver potuto vedere la mostra antologica di Dottori a Roma e chiede di poter avere ad un prezzo di favore il catalogo curato da 

 

Ballo. (Sul v. sono presenti appunti)

 

 

26 Vanni Scheiwiller

26/1

1 febbraio 1966

Milano

Scheiwiller parla di libri e cataloghi da spedire a Dottori e gli propone un cambio con una piccola idromatita; gli propone inoltre di 

 

organizzare una mostra, alla Galleria le Muse di Perugia e di farne il relativo catalogo.

 

26/2

12 febbraio 1966

Milano

Telegraficamente Scheiwiller dice che sta attendendo le bozze del catalogo e che sta lavorando alle foto ; la mostra si potrà inaugurare il 18 

 

marzo o il 25 aprile.

 

 

27 Settimelli

27/1

[Anni Dieci]

s.l.

Settimelli chiede l’indirizzo di Carli e parla di una pubblicazione. (Data a matita di Tancredi Loreti).

 

27/2

[Anni Venti]

s.l.

Settimelli si congratula con Dottori, lo ringrazia dell’adesione a “Unica” e chiede di spedirgli tutto quello che sarà utile stampare per il 

 

successo del movimento. (Data a matita di Tancredi Loreti). 

 

 

28 Mino Somenzi

28/1

23 marzo 1936

s.l.

Somenzi chiede articoli a Dottori su qualsiasi argomento, gli dice che “Artecrazia” sarà di nuovo quindicinale ed il prossimo numero si occuperà 

 

di cinematografia.(Sul v. della lettera ci sono appunti di Dottori.)

 

28/2

s.d.

s.l.

Somenzi gli parla lungamente delle precarie condizioni di salute di Marinetti, gli dice che il capo del loro movimento é rattristato per 

 

l’ingratitudine dei suoi amici e rimprovera Dottori per non essersi fatto vivo per il trentennale; gli chiede altresì di spedirgli una lettera 

 

amichevole su Marinetti che poi lui provvederà a leggergli..

 

 

29 Giulia Viani

29/1

23 dicembre 1953

Lido di Camaiore

Cartolina di auguri e di congratulazione per l’arte di Dottori in cui la vedova ricorda suo marito Lorenzo.

 

29/2

24 maggio 1957

Lido di Camaiore

La Viani è amareggiata di non poter partecipare alla mostra di Dottori al Palazzo dei Notari a Perugia e gli fa giungere tutta la sua ammirazione 

 

e la sua stima.

 

29/3

2 gennaio 1959

Lido di Camaiore

La Viani ringrazia Dottori per averle spedito un biglietto d’auguri con una pittura che riproduce il presepe di Greccio.

 

29/4

s.d.

Bagni di Lucca

La Viani ringrazia Dottori per averle inviato un catalogo e lo omaggia con ossequi e felicitazioni.

 

 

Mittenti occasionali

 

b. 4

1

firma illeggibile

14 marzo 1910

Padova

L’A. dichiara di non poter tornare a Perugia, parla di alcune poesie e del giornale “ La difesa dell’arte”.

 

 

2

Benvenuto Crispoldi

5 aprile 1910

Perugia 

Crispoldi chiede a Dottori di comprare per lui olio per dipingere (Note a matita di Tancredi Loreti).

 

 

3

Anton Giulio Bragaglia

27 luglio 1920

Roma

Bragaglia conferma la conferenza di Marinetti all’inaugurazione della mostra che si terrà presso la sua galleria; si mostra sicuro che questa 

 

avrà più disciplina e severità di quella che si è svolta a Perugia e che a suo avviso appariva disordinata e goffa. ( Sul v. sono presenti 

 

appunti).

 

 

Gino Galli

20 agosto 1920

Roma

Galli invia a Dottori un articolo di critica d’arte che spera venga pubblicato in “Griffa!” ( Sul v. appunti di Dottori).

 

 

5

Giulio Ernesto Calapaj

30 agosto 1920  

Roma

Calapaj scrive al maestro per farsi conoscere e per far arrivare il suo nome a tutti i lettori di “Griffa!”.

 

 

6

Antonio Galeazzo Galeazzi

3 settembre 1920

Roma

Galeazzi accetta di collaborare a “Griffa!” e, per farlo al meglio, vuole averne alcuni numeri. 

 

 

7

Giovanni Rocca

18 aprile 1920

Napoli

Rocca gli propone di esporre insieme a Milano, domada notizie di Presenzini e chiede di scrivere articoli sullo stesso Dottori e su di sé. (Sono 

 

presenti note a pastello ).

 

 

8

Bistolfi

15 febbraio 1923

Torino

Bistolfi gli dice che la “Quadriennale” ospiterà un gruppo di “avanguardisti” raccolti con seri intenti da Casorati e da Soffici e che, se anche 

 

lui  fosse favorevole all’ingresso di Dottori, non sarebbe comunque sufficiente: si deve rivolgere direttamente a Casorati; conclude esponendogli 

 

la sua idea di arte e di artificio e gli dice di inviare le opere per sottoporle al giudizio della giuria.

 

9

Presidenza del Consiglio Provinciale di Perugia

16 aprile 1923

Perugia

L’A. gli spiega che non può accettare il rifiuto di Dottori riguardo al suo incarico in seno al Consiglio dell’Accademia di Belle Arti. (  Sul v. 

 

disegni di Dottori per il progetto di decorazione del ristorante “L’altro mondo”. Il documento è in fotocopia, perché la lettera è incorniciata).

 

 

10

firma illeggibile

23 maggio 1924

Pieve S. Stefano (Castelnuovo)

L’A. è colui che assiste Bianchini durante la sua malattia: gli parla delle condizioni del malato e gli dice che ricorda Dottori con molto 

 

piacere e spera di vederlo presto.

 

 

11

Giorgio Carmelich e Giulio Mario Dolfi

10 gennaio [1925]

Trieste

Carmelich si complimenta con Dottori dichiarandosi completamente d’accordo con lui sui contenuti del suo articolo uscito su “l’Impero” e afferma 

 

che Depero è dello stesso parere; entro pochi giorni uscirà “‘25”, rivista pubblicitaria dell’arte contemporanea, e per questo chiede foto 

 

inedite degli ultimi quadri di Dottori.

 

 

12

Ruggero Vasari

15 settembre [1925]

Berlino

Vasari amaramente rammenta come alle mostre di Amburgo, Berlino e Vienna si siano ottenuti grandi successi morali, ma neanche una vendita che 

 

invece sarebbe stata fondamentale per sbarcare il lunario; in ottobre sarà a Roma per discutere con Marinetti di una mostra da fare a New York e 

 

a Chicago

 

 

13

Katherine Dreier

2 giugno 1926

Roma

Dreider dice che è a Roma per organizzare una mostra al Museo di Brooklin nel mese di Novembre in cui esporranno De Chirico, Carrà, Severini, 

 

Pannaggi, Balla e probabilmente Prampolini; se Dottori intende partecipare alla mostra deve spedire le tele a Parigi, da dove saranno mandate a 

 

New York. (Lettera in francese; in fondo alla lettera appunti di Dottori).

 

 

14

Alvano e Paino editori

13 ottobre 1926

Palermo

La casa editrice Alvano e Paino pubblica la rivista “L’Arte Fascista” e sulla base di un articolo uscito nell’ultimo numero dal titolo “I 

 

futuristi alla XV Biennale Veneziana” vuole pubblicare un volumetto a parte su tale argomento; se Dottori fosse interessato dovrebbe spedire i 

 

clichès delle opere esposte.

 

 

15

Ago (Antonio Agostini) e Ferdinando Sabbatini

24 agosto 1927

Poste Restante - Messico

Gli Autori descrivono la vita e il clima artistico messicano.

 

 

16

Pietro Angelini  

21 febbraio 1928

Perugia

Tutta la lettera è un racconto delle vicende dell’Accademia e di una questione riguardante Checchi.

 

 

17

C. Bernardini

23 febbraio 1928

Todi

Bernardini , presidente dell’Istituto Veralli di Todi, chiede a Dottori di eseguire delle decorazioni.

 

 

18

Suor Maria Ausiliatrice del Buon Consiglio

24 aprile 1928

Perugia

La religiosa, superiora dell’ordine, sta esaminando un bozzetto di Dottori e si accorda sul prezzo per l’esecuzione del lavoro. 

 

 

19

P. M. Bardi

4 agosto 1928

Milano

Bardi propone a Dottori di fare una mostra nella sua galleria.

 

 

20

Fedele Azari

[gen.-feb.1929]

s.l.

In una carta da lettere decorata con parolibere Azari gli parla della difficoltà di collocare i quadri e, riguardo ad un’opera di Dottori, gli 

 

consiglia di farsi pubblicità presso la casa di automobili vincitrice della Coppa Perugina che forse potrebbe essere interessata al suo quadro.

 

 

21

Poinelli

14 gennaio 1929

Roma

Poinelli invita Dottori la sera stessa a casa di Marinetti per discutere della pubblicazione di un periodico dei futuristi italiani.

 

 

22

Guglielmo Peirce

30 gennaio 1929

Napoli

Peirce gli domanda se ha letto il suo manifesto dell’antipittura pubblicato su “l’Impero” e chiede una recensione su “A e Z”.

 

 

23

Bollettino d’arte della Galleria Bardi

1 febbraio 1929

L’A. per conto della Galleria e del Bollettino, ringrazia Dottori per le cortesi parole riguardanti il periodico edito dalla galleria stessa 

 

“Bollettino d’Arte”.

 

 

24

Federico Seneca

10 febbraio 1929

Perugia

Seneca gli comunica che le ultime due Coppe della Perugina furono vinte dal Materassi.

 

 

 

25

Pippo Rizzo

21 febbraio 1929

Palermo

Rizzo si complimenta con Dottori per il suo articolo uscito su “A e Z” e gli anticipa che il numero unico sul futurismo uscirà nello stesso 

 

febbraio : vi sarà riprodotto un suo quadro e vi sarà un articolo su di lui.

 

 

26

Luigi Pepe Diaz

25 febbraio 1929

Napoli

Diaz dice che dalla “Compagnia degli Illusi” è riuscito solo ad ottenere di poter fare lui una mostra con conferenza inaugurale, mentre la mostra 

 

generale dei futiristi italiani sarà organizzata alla galleria Corona; prosegue dicendo che lui, Rosa e Lepore si sono separati dai 

 

circumvisionisti.

 

 

27

Migliorati

19 luglio 1929

Migliorati ha ricevuto dal direttore de “ L’eroica”, Ettore Cozzari, l’indicazione di dedicare a Dottori un numero della rivista, pertanto gli 

 

chiede fotografie di quadri e in particolare quella di “Motoscafo”.

 

 

28

“Lo sport fascista”, Rassegna mensile

30 agosto 1929

Milano

L’A., che è l’amministratore de “ Lo Sport Fascista”, spedisce a Dottori un assegno circolare di £ 200 per la collaborazione al n. 7 della 

 

rivista uscito nel mese di luglio.

 

 

29

Fortunato Depero

[1929]

New York

Depero gli parla della vita newyorkese, gli dice di aver appena chiuso la quinta mostra e di aver ottenuto grandi successi.

 

 

30

Angelo Signorelli

9 luglio 1930

Signorelli dice di aver ricevuto le idromatite e spera al più presto di potergli mandare il ricavato, conclude chiedendo un articolo per il 

 

“Secolo XX”.

 

 

31

Tullio Crali

[dicembre 1930 - gennaio 1931]

Gorizia

Crali gli manda una foto di un suo quadro che sta per essere esposto alla mostra di Arte Futurista a Padova; vorrebbe una copia da Marinetti del 

 

suo “Zang - tumb - tumb”.

 

 

32

Cipriano Efisio Oppo

2 maggio 1931

Roma 

Oppo invita Dottori a visitare la mostra retrospettiva del pittore Antonio Mancini alla Prima quadriennale d’Arte Nazionale per esaminare le 

 

opere esposte. (Lettera lacera, sul verso appunti di Dottori).

 

 

33

A. Maraini

24 maggio 1931

Firenze

Maraini gli assicura che il ricavato della vendita del quadro alla mostra di Atene gli arriverà al più presto.

 

 

34

Francesco Sapori

28 dicembre 1931

Roma

Sapori lo ringrazia della critica positiva che ha riservato al suo libro.

 

 

35

a.H.v.m. association des artistes indépendants ukrainiens

25 febbraio 1932

Lvov, Polonia

L’associazione degli artisti indipendenti ucraini scrive a Dottori per invitarlo a far parte dei redattori di una rivista , “L’Art”, alla quale 

 

stanno lavorando.

( Lettera in francese)

 

36

Valentino Danieli

24 marzo 1932

Gorizia

Danieli si lamenta con Dottori che sia “L’Impero”, sia “Oggi e Domani” non sono più dei giornali così importanti in fatto d’arte, ma hanno preso 

 

una piega quasi totalmente locale.

 

 

37

Renato di Bosso e Alberto Gauro Ambrosi

estate 1932

Verona

Di Bosso gli parla della sua attività di artista e gli dice che al momento è a Firenze per partecipare al concorso nazionale di pittura; chiude 

 

la lettera raccomandandogli l’amico Ambrosi.

 

 

38

Galleria del Milione - Libreria

29 marzo 1934

Milano

L’A., da parte della Galleria “il Milione”, gli scrive una lunga lettera e gli dice che la Galleria ha necessità di lavorare non solo con le 

 

avanguardie come Dottori, che non hanno un grande riscontro economico, ma anche con realtà più facilmente apprezzabili da un pubblico più vasto.

 

 

39

Paolo Buzzi

13 novembre 1935

Buzzi gli dice che per Milano è tutto a posto, ma gli ricorda che non sarà una cosa facile.

 

 

40

Cristina Carli

fine 1935

Roma

La Carli racconta che durante il viaggio di ritorno da Salonicco è rimasto danneggiato il ritratto di Mario, ora defunto e gli chiede di 

 

restaurarlo. ( Sono presenti note a matita di Tancredi Loreti)

 

 

41

Partito nazionale fascista

19 febbraio 1936

Mezzasoma gli comunica che il Convegno di Arti figurative, della cui Commissione fa parte Dottori, si riunisce il giorno 21 ottobre a Ca’ Foscari 

 

a Venezia, lo prega di presentarsi in divisa fascista e di presenziare la manifestazione inaugurale. ( Sul r. uno schizzo di ritratto del Duce).

 

 

42

Comitato organizzativo dei giochi olimpici del 1936

21 agosto 1936

Berlino

Il Comitato ringrazia Dottori per aver partecipato e gli spedisce una targa a ricordo della sua collaborazione. ( Lettera in tedesco).

 

 

43

Alberto Gauro Ambrosi

1° ottobre 1936

Verona

Ambrosi gli parla delle infinite difficoltà economiche e morali che incontra e gli chiede se lo può ospitare a Roma per un breve periodo.

 

 

44

Ornucore Metelli

10 novembre 1938

Terni

Metelli gli chiede di avere delle copie di un catalogo nel caso in cui venissero pubblicati i quadri in suo possesso.

 

 

45

Paul C. Chelazzi

13 dicembre 1940

Shanghai

Chelazzi deve aiutare il figlio del console italiano Gennaro Pagano di Melito a studiare disegno tecnico e chiede a Dottori di interessarsi 

 

presso qualche professore perugino circa i testi da adottare per poi  comprarglieli e spedirglieli; conclude con il racconto della sua vita e i 

 

progetti per il futuro.

 

 

46

Sante Monachesi

29 gennaio 1941

Roma

Monachesi invita Dottori ad organizzare una mostra di aeropittura di guerra presso il “Quisibeve Beristorante.”

 

 

47

Marchese Gennaro Pagano di Melito

20 maggio 1941

Shanghai

Il Console ringrazia dei libri per suo figlio.

 

 

48

Armando Mercuri

7 luglio 1943

Rovigo

Mercuri, che è un compositore musicale, gli dice che per questioni di richiami militari non può più rappresentare a Spoleto la sua fiaba “Il 

 

principe gentile”; per questo chiede a Dottori di intercedere per lui presso Bragaglia, che dirige il “Teatro delle Arti” di Roma, affinché gli 

 

assegni una composizione musicale per una sua opera.

 

 

49

Vittorio Orazi e Enrico Prampolini

8 gennaio 1947

Roma

Orazi deve fare una lettura dantesca alla sede della “Dante Alighieri” e ha saputo che un professore di Perugia, Angelo di Costa, aveva scoperto 

 

un autografo di Dante su un codice eugubino; chiede a Dottori tutte le informazioni sulla questione. 

Prampolini gli chiede sue notizie.

 

 

50

Benedetta Cappa Marinetti 

16 novembre 1950

Roma

Benedetta gli illustra ampiamente e con entusiasmo la mostra di Zurigo al Kunsthaus e gli chiede di fare in modo che la stampa italiana ne parli 

 

ampiamente.

 

 

51

Marc Charvin

Saint Aigulin

31 dicembre 1950

Charvin è un religioso che è stato a Perugia ospite di Dottori e della sorella; gli scrive una bella lettera di ringraziamento in cui ricorda 

 

Perugia.

 

 

52

Giovanni Korompay

9 agosto 1951

Bologna

Korompay gli parla della mostra che si terrà a settembre.

 

 

53

Enti prov.li per il turismo di Perugia e Terni

16 novembre 1953

Perugia

Gli si comunicano le condizioni per la partecipazione alla Mostra viaggiante del paesaggio umbro.

 

 

54

Raymond Piper

14 gennaio 1954

Si tratta della traduzione letterale di due lettere di R. Piper una, senza data indirizzata a Dottori, l’altra, con data 14 gennaio 1954 

 

indirizzata a Paul Chelazzi.

Nel contenuto della prima si legge l’entusiasmo di Piper per i lavori di Dottori visti solo in fotografia: li trova molto interessanti e per 

 

approfondire l’argomento chiede altre notizie; Piper è altresì interessato al lavoro di Mino delle Site e di Bruschetti.

Nella seconda lettera, quella spedita a Chelazzi, Piper dice che non utilizzerà le foto di Prampolini, ma quelle del catalogo di Dottori.

 

 

55

Salvatore Valitutti

15 gennaio 1954

Perugia*

Valitutti, presidente dell’Accademia “Pietro Vannucci”, ringrazia Dottori per avergli regalato un quadro.

 

 

56

Accademia Properziana del Subasio

8 febbraio 1954

Assisi

Dottori è stato nominato socio corrispondente dell’Accademia Properziana.

 

 

57

Gioacchino Nicoletti

1° giugno 1958

Perugia

Nicoletti si dichiara un ammiratore di Dottori.

 

 

58

Giovanni Sangiorgi

23 luglio 1959

Sangiorgi è il segretario generale dell’Ente Premi Roma che aveva organizzato la mostra commemorativa nel cinquantennio del primo manifesto 

 

futurista “ Il Futurismo”; invia il catalogo e gli comunica le prossime esposizioni in Germania e a Parigi: a tale scopo Dottori dovrebbe 

 

prolungare il prestito della sua opera.

 

 

59

Raffaele Carrieri

[anni Sessanta]

s.l.

Lo ringrazia per un dono e si rammarica di non averlo incontrato a Milano.

 

 

60

Sandra Galigani Vagaggini

1° giugno 1960

Firenze

La Galigani ringrazia vivamente Dottori per il dono delle pubblicazioni che ha fatto alla biblioteca del Kunsthistoriches Institut.

 

 

61

firma illeggibile

28 marzo 1962

Viterbo

L’A. ringrazia Dottori per la lettera.

 

 

62

Giovanni Acquaviva

[fine 1961]

Milano

Acquaviva dà informazioni molto positive su Toninelli e fa riferimento a lettere precedenti.

 

 

63

Armando Mazza

9 luglio 1963

Spinone al Lago (Bergamo)

Mazza ringrazia per aver avuto uno scritto di Dottori e ne elogia il lavoro di pittore.

 

 

64

Christa Baumgart

23 settembre 1964

Firenze

(Fotocopia)

La Baumgart sta compiendo uno studio sul futurismo e chiede a Dottori delle informazioni.

 

 

65

Carozzi

10 gennaio 1966

Lerici

Carozzi ha acquistato dei disegni e gli spedisce un assegno di £ 50.000; gli parla inoltre della sua attività di poeta. (Sul v. appunti di 

 

Dottori).

 

 

66

Luigi Scrivo

2 febbraio 1966

Roma

Scrivo domanda il perché dell’assenza di Dottori alla sua conferenza sul futurismo, gli dice che si sta rimettendo da una grave malattia e gli 

 

chiede sue notizie.

 

 

67

Franco Cicconi

5 febbraio 1966

Macerata

Cicconi è il titolare della galleria Scipione e interpella Dottori per informarlo che un famoso critico d’arte, Garibaldo Marussi, è interessato 

 

alle sue opere: vuole organizzargli una mostra a Monza e scrivere un articolo monografico sulla sua rivista.

 

 

68

Garibaldo Marussi - Galleria “le Arti”

7 marzo 1966

Milano

Marussi ha ricevuto la lettera di Dottori e gli dice che sarà a Perugia al più presto insieme a Cardazzo titolare della Galleria del Naviglio. 

 

(Note di Dottori).

 

 

69

N. Chatterji

26 gennaio 1967

Londra

L’A. sta per pubblicare un libro dal titolo “ Avant-garde movements: a critical bibliografy”, chiede a Dottori del materiale e il permesso di 

 

discuterne.

C’è un commento di Dottori col quale chiede che gli venga tradotta la lettera dall’inglese. La traduzione è spillata alla missiva.

 

 

70

Ugo Pozzo

11 marzo 1967

Torino

Pozzo gli propone di partecipare ad una mostra a Genova presso la Galleria del suo amico Gaudenzi.

 

 

71

Marie Louise Jeanneret

12 marzo 1968

Ginevra

La Jeanneret per conto della Galleria Krugier et Cie, organizza una mostra sul futurismo italiano con la collaborazione di Benedetta e di Ballo, 

 

chiede a Dottori di partecipare con le sue opere.

 

 

72

Carlo Munari

5 ottobre 1968

Munari ringrazia Dottori per la monografia edita all’insegna del Pesce d’Oro, si congratula per i successi e per aver ottenuto il premio “Grifone 

 

d’onore”.

 

 

73

Istituto per la Enciclopedia Italiana - Treccani

23 ottobre 1968

Roma

L’enciclopedia Treccani sta inserendo tra le sua voci “Dottori” e “Futurismo”; Tancredi Loreti ha già parlato con l’A. ed insieme stanno 

 

decidendo quali foto di quadri inserire.

 

 

74

L. Palazzoli

25 ottobre 1968

Milano

Palazzoli gli manda delle foto che Dottori può trattenere, gli chiede inoltre notizie più precise su altri dipinti.

 

 

75

Françoise de Vallombreuse - galerie “Mouffe”

4 gennaio 1969

Parigi

L’A. che è titolare della Galleria parigina “Mouffe”, propone a Dottori di intrattenere dei rapporti per promuovere il suo nome in Francia e 

 

all’estero tramite pubblicità, mostre e partecipazione ad eventi.

Allegata traduzione della lettera dal francese.

 

 

76

Pina Patruno

24 marzo 1969

Perugia

La Patruno è una ex allieva di Dottori che ora ha ricevuto da lui, tramite Loreti, un ritratto che il pittore le fece quando era ragazzina. 

 

 

77

Arnaldo G. Corradini

5 marzo 1970

Roma

Corradini si dispiace di non aver incontrato Dottori il giorno dell’inaugurazione della mostra a Roma.

 

 

78

Accademia Universale “Guglielmo Marconi”

1 febbraio 1971

Roma

L’Accademia gli comunica che è stato nominato “Accademico Benemerito” per la lodevole attività nel campo delle arti figurative.

 

 

79

Mario Solinas

18 marzo 1971

Perugia

Solinas si dispiace di non poter vedere “l’antologica” di Dottori, ma con belle parole lo loda e ricorda la loro storia.

 

 

80

Francesco Ugolini

14 novembre 1971

Perugia

Il Professor Ugolini invita Dottori ad una seduta di laurea in cui si discute una tesi dal titolo “L’arte di Gerardo Dottori”.

 

 

81

Oscar Rojas

giugno 1972

Colombia

Rojas saluta e ricorda con affetto Dottori e gli parla del suo viaggio attraverso Parigi, Londra e la Spagna.(Allegata busta vuota).

 

 

82

Alison Stewart (The Scottish Art Council)

15 gennaio 1973

Londra

L’A. gli descrive dettagliatamente che i documenti spediti da Dottori per la mostra “ Italian futurism 1909-1919” saranno coperti da 

 

assicurazione sia per la mostra a Edimburgo, sia a Londra; allegato un invito personale per visitare privatamente la mostra.(Lettera in inglese)

 

 

83

Ingo Swann

23 aprile 1973

Stanford California (oppure New York)

Swann comunica che finalmente è riuscito a firmare il contratto per pubblicare “Cosmic Art” grazie a grandi sforzi e all’aiuto di Lila e Raymon 

 

Piper; gli eventuali ricavi del libro saranno dati agli artisti che hanno più di 40 anni e che hanno lavorato in questo ambito artistico.

 

 

84

Gerd Gruber

29 maggio 1973

Dresda (DDR)

Gruber afferma di aver scritto a Dottori, ma di non aver ottenuto alcuna risposta.

(Cartolina in tedesco).

 

 

85

Maurizio Fagiolo dell’Arco

24 febbraio 1974

Roma

L’Autore ha avuto da Somenzi un progetto architettonico di Dottori che intende pubblicare, vuole sapere se è l’unico e fa anche altre domande.

(Lettera e progetto in fotocopia).

 

 

86

Gianna Marri Dell’Orso

24 ottobre 1975

Rossano

L’Autrice è una sua vecchia allieva che lo ricorda con stima ed affetto.

 

 

87

Giovanni Lista 

31 marzo 1977

Parigi

Lista è uno specialista del Futurismo italiano e chiede a Dottori del materiale.

 

 

b.5

Minute di Dottori 

 

 

 

1

Alla sorella Bianca

25 marzo 1924

Dottori dichiara tutto il suo entusiasmo per essere stato ammesso alla Biennale Veneziana.

cartolina

 

2

a Settimelli

[dicembre 1932]

Polemica di Dottori con Settimelli

 

3

a Giovanni Ponti

11 maggio 1960

Dottori propone a Ponti, che è il commissario straordinario della Biennale, di esporre due quadri suoi piuttosto che uno solo.

 

4

al direttore di “Arte Oggi”

settembre 1966

Dottori ironicamente scrive al Direttore per chiarire il significato di una parola del suo libro.

 

5

a Guido Ballo

5/1

ottobre 1968

Perugia

Dottori chiede a Ballo di fare l’introduzione al volume monografico in preparazione

 

5/2

15 maggio 1972

Perugia

Dottori chiarisce alcune sue posizioni rispetto all’arte. (Lettera non conclusa)

 

Biglietti funerari

 

 

biglietti di defunti

n. 4, 1917 - 1968

 

 

 

b. 6

SERIE

Contributi su Dottori

Questa serie raccogli le copie di articoli e critiche d’arte fatte al pittore e alla sua opera. La serie è suddivisa in fascicoli e all’interno 

 

di ogni fascicolo vi è un componimento.

 

1

Etha Fles, Gherardo Dottori

3 articoli, 2 manoscritti e due dattiloscritti; i dattiloscritti sono rispettivamente di pp. 8 e di cc. 3. I dattiloscritti sono, il primo di pp. 

 

4 di cui la p. 4 mutila; il secondo di pp. 4.

[Anni Trenta]

 

2

Santoro Maddalena, Saggio critico su un artista italiano contemporaneo, pp. 36,1942 (sull’ultima pag. un disegno)

 

3

Paolo Buzzi, Mostra Gerardo Dottori 10. 3. 1951, c.1,1951.

 

4

Ugo Moretti, Relazione sulle opere donate da Gerardo Dottori alla Galleria Comunale di Arte Moderna, cc. 2, 1957.

 

5

Gianfranco De Turris, Intervista con G.D., 1 p. datt. Con le domande, 3 cc. Manoscritte con le risposte,2 aprile 1970.

 

6

Franco Passoni, Gerardo Dottori aeropittore futurista, pp. 9, 1971.

 

7

Guido Ballo, Dottori, pp.9, [fine anni Sessanta].

 

8

Luigi Clementi, s.t., s.d., cc. 2.

 

 

b. 7

SERIE

Fotografie

 

Le fotografie sono state ritrovate fra i documenti senza alcun ordine. Alcune riportano sul retro delle annotazioni. In totale sono 68, più 

 

alcune copie. Indicativamente si possono datare dagli anni della prima guerra mondiale fino agli anni Settanta.

 

 

 

Film

I film sono due.

1. Dottori aeropittore futurista, prodotto dall’Istituto Luce

2. I pittori con le ali della Corona cinematografica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CATALOGO

OPERE A STAMPA

 

Nel catalogo sono state inserite tutte le opere a stampa: cataloghi d’arte, manifesti, ritagli di giornale, periodici e monografie. I cataloghi 

 

d’arte sono stati ordinati in ordine cronologico, così come i manifesti e i ritagli di giornale. I periodici e il piccolo gruppo delle monografie 

 

sono stati ordinati secondo l’ordine alfabetico.

 

 

Cataloghi d’arte

 

1

Mostra d’arte d’avanguardia novembre - dicembre 1921. Ravenna, 1921 [lacero e incompleto. Sul verso della copertina un disegno.]

 

2

International Ehibition of Modern Art Assembled by société anonyme, Brooklin museum, november 19.1926 to january 1, 1927. S.n.t., s.d. ill.

 

3

gennaio - febbraio 1925

International Ehibition of Modern Art Assembled by société anonyme,The Anderson Galeries, january 25 to february 5, 1927. S.n.t, s.d. (copertina 

 

lacera; sul verso della quarta di copertina un disegno a china e uno a matita)

 

4

Trentaquattro pittori futuristi. Galleria Pesaro - Milano, novembre - dicembre 1927. Bestetti e Tumminelli, Milano Roma, s.d., ill. (all’interno 

 

c’è un “Elenco delle opere” non rilegato)

 

5

Mostra Viani Piazza Shelley -Viareggio. luglio - settembre 1930. Benedetti e Niccolai, Pescia, s.d., ill.

 

6

Prima mostra di aeropittura dei futuristi Balla, Ballelica, Benedetta Diulgherof, Dottori, Fillia, Oriani, Prampolini, Bruna, Somenzi, Tato, 

 

Thayat. Organizzata da S.E. Marinetti, dal 1° al 10 febbraio 1931. (Fotocopia riprodotta anche nelle dimensioni originali da Tancredi Loreti) 

 

7

Pittura aeropittura futurista. Prima mostra triestina organizzata da Bruno Sanzin sotto gli auspici del circolo artistico. Tipografia del P. N. 

 

F., Trieste, s.d., ill.

[marzo 1931]

 

8

Arte futurista - Pittura scultura, Stabil. Tip. A-R-S An. Roto - Stampa, via Vincenzo Monti, 9 - 11 Torino, s.d. [ Novara1931]

 

9

Settimana italiana in Atene. Catalogo 26 aprile - 3 maggio 1931, tip. Cav. Domenico Squarci & figli, Roma, s.d. (pubblicazione bilingue)

 

10

Prima mostra triveneta d’arte futurista. Organizzata dal pittore Carlo Maria Dormàl, febbraio 1932, Padova. Snt, s.d., ill.

 

11

S.A. Galleria di Palazzo Ferroni, via Tornabuoni, 4 Firenze, Comm. Luigi Bellini, Arte Sacra futurista - aeropittura - pittura  - scultura, 

 

Mostra d’arte futurista. S. n. t., s.d., ill. (sulla copertina appunti di Dottori), [gennaio 1933]

 

12

Vendita di opere di artisti e di artigiani a parziale beneficio del comitato “pro arte sacra”. Catalogo  3 - 11 febbraio 1931 .Roma Piazza 

 

Venezia, 15 Roma. S.n.t., s.d., (contiene due fogli sciolti)

 

13

Omaggio futurista a Umberto Boccioni, aeropitture, polimaterici, quadri religiosi, architetture scenografie, arte decorativa, Galleria Pesaro 

 

Milano. Officine grafiche 2Esperia”, Milano, s.d.,(sulla copertina, lacera, appunti di Dottori. Presenti macchie), [1934]

 

14

Galerie Bernheim Jeune & C. 27 avenue matignon et 83 faubourg saint Honoré - Paris. Les futuristes italiens., du 3 avril au 27 avril 1935. 

 

S.n.y., s.d., ill., (sulla copertina autografo di Dottori), [aprile 1935]

 

15

Drie visionaire kunstenaars van onzen tijd, doors Etha Fles, Medardo Rosso, Gerardo Dottori, Ernesto Masuelli. Joh. Enschedé en zonen, Grafische 

 

Inrichting n.v., haarlem, s.d., ill. [lacero]

 

16 

Aeropittura aeroscultura arte sacra futuriste e mostra postuma di Fillia, Salone della Gazzetta del Popolo, 19 febbraio - 15 marzo 1938. S. n.t., 

 

s.d., ill. (sulla copertina autografo di Dottori, all’interno note di Tancredi Loreti), (Torino)

 

17

Aeropoeti aeropittori di guerra. Gruppo futurista Savarè, 8a Mostra di aeropitture di Guerra - Padova XIX. Stediv, Padova 40, s.d., copertina 

 

illustrata (sulla copertina dedica di Forlin a Dottori), [1939]

 

18

Futuristi aeropittori di guerra. Gruppo futurista Savarè, 9a Mostra aeropitture di guerra in onore del trasvolatore Italo Balbo, organizzata 

 

sotto gli auspici dell’ufficio stampa e cultura fascista, Ferrara - Castello Estense. S.n.t., s.d., ill. (sulla copertina autografo di Dottori), 

 

[1940]

 

19

6 aeropittori futuristi di guerra, Ambrosi, Crali, Di Bosso, Dottori, Prampolini, Tato “Galleria S. Marco” in Roma, domenica 20 dicembre 1942 - 

 

XXI, alle ore 11. S.n.t., s.d., ill. (lacero), [dicembre 1942]

 

20

Mostra personale del pittore Gerardo Dottori. Bottega dei Vàgeri - Viareggio, dal 1° al 10 settembre 1953. Stab. Top. F. Azzaro, Viareggio, s.d., 

 

ill. (2 copie), [settembre 1953]

 

21

Tre pittori umbri: Bruschetti, Dottori, Valentini, 15 - 24 febbraio 1954, Galleria Il Camino - Roma, via del Babuino. Tip. Zamperini - Orvieto, 

 

s.d., ill., (sulla seconda di copertina le iniziali G.D), [febbraio 1954]

 

22

Gerardo Dottori pittore perugino. Sezione arti grafiche Istituto statale d’arte, Perugia, s.d., ill. (parzialmente scollato), [1957 circa]

 

23

Macerata Galleria d’arte Scipioni di Franco Cicconi, Mostra personale di Gerardo Dottori, dal 3 al 18 settembre 1964.s.n.t., s.d., ill., 

 

(all’interno note di Tancredi Loreti)

 

24

Pittura e grafica di Lorenzo Viani. Galleria Levi, via Montenapoleone, 12 Milano. Arti Grafiche “Il Torchio”, Firenze, s.d., ill.( all’interno 

 

segni di pennarello) [febbraio 1969]

 

25

Gerardo Dottori, Galleria Borgonuovo. Grafiche E. Marazzi, Milano 1971, ill. (sulla terza di copertina note a penna di Loreti e un foglio 

 

dattiloscritto incollato) 

 

 

Manifesti e stampati di varia natura 

 

Manifesti

Tale serie raccogli i manifesti che il pittore possedeva, è divisa in fascicoli ordinati cronologicamente ed ogni fascicolo contiene un manifesto

1

Sintesi Futurista della Guerra

20 settembre 1914

 

2

Lettera aperta al Prof. Pàstina

21 dicembre 1914

 

3

Contro tutti i ritorni in pittura

11 gennaio 1920

 

4

I diritti artistici propugnati dai futuristi italiani

1° marzo 1923 

da “ Il Futurismo” rivista sintetica illustrata mensile, n. 5, 1° marzo 1923

(Fotocopia).

 

Stampati di varia natura

1

F. T. Marinetti, Santopalato. Taverna futurista Santopalato, Via Vanchiglia 2 - Torino, Anonima Roto - Stampa - via Monti, 9 Torino, s.d. [ 

 

1931], (solo copertina; segni a matita di Tancredi Loreti)

 

2

Frammento di volume, pp. 4, da p. 3 a p. 10

3

L’Aereopoema di Torre Viscosa

4

Pensiero e azione, G.I.L. Perugia, s.d.?, s.l.?, (solo coperta).

 

 

Ritagli di giornale

Come già specificato, i ritagli di giornale sono stati riordinati in ordine cronologico e suddivisi in fascicoli ognuno contenente materiale 

 

afferente ad uno o più anni.

Gli estremi cronologici vanno dal 1910 al 1975. É presente un discreto numero di articoli senza data.

 

 

Periodici

 

1

“Aperusen”. Rivista mensile di cultura e letteratura, I (1922), n.2

 

2

“L’arco”. Le professioni e le arti, IV, (1955), n.2

 

3

“Arte libera”. Periodico mensile letterario, artistico, culturale, varie, II (1951), n.1

 

4

“Artecrazia”. Periodico di architettura e di tutte le arti moderne diretto da Mino Somenzi, IV (1935),n. 76 ; V (1936), nn. 87,88,90-91 ; VI 

 

(1937), n.92-94, 96-99 ; V (1937) 100, 102,106 ; VI (1938), n.112

 

5

“Le arti plastiche”. Periodico della corporazione nazionale delle arti plastiche, I (1924), n.4 ; II (1925), n.19 ; “Le arti plastiche”. Arte 

 

antica moderna e applicata, V (1928), n. 17 ; VI (1929), n.13 ; “Le arti plastiche”, VI (1929), n. 19 ; X (1933), n.13 ; XI (1934), n. 7

 

6

“L’ascesa”. Rassegna letteraria, I (1921), 20 novembre 1921(frammento)

 

7

“La Balza” n. 2, 27 aprile 1915* (frammento) 

 

8

“Battaglie”. Intransigente d’azione, I (1934), nn. 1,7

 

9

“Bollettino d’arte”. Edito dalla Galleria Bardi, II (1929), nn.2,10

 

10

“Casa Vogue2, 1975, n. 46

 

11

“C’impanzi ?”. Beffa goliardica di tutti i colori e sapori innocua alle persone intelligenti, I (1921),n.9

 

12

“La difesa dell’arte”. Periodico di critica diretto da Virgilio Scattolini, II, 7 agosto 1910, nn.28-29

 

13

“Dinamo futurista”. Mensile diretto da Depero - Alto Patronato S. E. Marinetti, I (1933), nn.1, 3\4\5 

 

14

“Emporium”. Rivista mensile illustrata d’arte e di cultura, vol. LI, n. 306 ; vol. LIX, n.352 ; vol. LXXI, n.455

 

15

“L’eroica”. Rassegna italiana di Ettore Cozzani, XXI-XXII (1933), n. 180-181

 

16

“La folgore futurista”. Lanciato da A. Rognoni, G. Soggetti, gennaio 1917, febbraio 1917

 

17

“Forum Franciscanum”. Periodico illustrato di francescanesimo e suoi riflessi sociali e culturali ed artistici - a cura del Cenacolo Francescano 

 

di Caslino d’Erba (Como), III (1951), n. 9\12

 

18

“Futurismo”. Sindacati Artistici del Movimento Futurista Torinese,  9 marzo 1924

 

19

“Il futurismo”. Rivista sintetica illustrata mensile, 1° marzo 1923, n. 5 ; 1° maggio 1923, n.6

 

20

“Futurismo”. I (1932), nn. 2, 16; II (1933), nn. 18-20, 26,28, 33-35, 42, 47\48 (due copie)

 

21

“Galleria”. Settimanale delle Gallerie d’arte moderna e antica, delle Sale d’esposizione, di tutti gli Artisti e degli Amatori d’Arte, I (1952), 

 

n. 1

 

22

“Griffa”. Periodico d’arte, I (1920), nn. 1 (più un’altra copia lacera), 2, 4 (due copie), 5 ,7 ( due copie), 8 (due copie, di cui una lacera), 

 

9, 10 (due copie), 11, 12

 

23

“Index rerum virorumque prohibitorum breviario romano “. Periodico mensile della casa d’arte Bragaglia, giugno-luglio 1926, n.102 ; gennaio 

 

1928,106 ; aprile 1928 (107) ; s.d.

 

24

“Lacerba”, II (1914), nn.18, 22, 23 ; III (1915), 1, 2, 4

 

25

“Mediterraneo futurista”. Motore dei gruppi futuristi italiani, IV (1942*), 7\8

 

26

“Mostre e gallerie”. Mensile d’informazione d’arte, 10 settembre 1970, n.8

 

27

“Noi”. Rivista d’arte futurista, I (1923), n. 5 ; II (1924), n.6\7\8\9 (numero speciale)

 

28

“Il nuovo caffè”. Rassegna di libera polemica artistico-letteraria, novembre-dicembre 1950

 

29

“Oggi e domani”. Altoparlante del rinnovamento spirituale italiano, I (1930), n.1

 

30

“Originalità”. Periodico futurista, I (1924), n.2

 

31

“L’osservatore della domenica”, XX (1953), n. 45 (incompleto), 49

 

32

“Il pensiero mazziniano”. Libertà e associazione, X (1955), n.3

 

33

“Il picchio verde”. Settimanale politico satirico diretto da Orazio Santagati, XV (1969), n.10 ; XVI (1970), n.42

 

34

“Il Piccolo”. Numero speciale per il Movimento Futurista Italiano, XXXIII (1927), n.14

 

35

“Il pungolo verde”. Periodico d’avanguardia di pensiero e di critica, V (1951), n.8

 

36

“Quaderni di segnalazione”. Teatro di prova - Anton Giulio Bragaglia, I (1934), n.8

 

37

“Rassegna della istruzione artistica”. Diretta da Guido Ruberti - Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, II (1931), n. 5\6 ; IV (1933), 

 

n.2 ; VIII (1937), n. 11\ 12

 

38

“La Revue moderne illustrée des artes et de la vie”, 26e annèe (1926), n. 17; 27e annèe (1927), n. 17 ; 33e annèe (1933), n. 16

 

39

“Ricerche”. Mensile di cultura, VIII (1965), n. 3\4 ; XI (1968), n. 3\4

 

40

“Rinascita”. Già il Balilla d’Italia - Rassegna mensile fascista, I (1924), n. 7

 

41

“Rivista”. Settimanale d’arte di scienza e di vita, I (1913), nn. 3, 4, 12\13

 

42

“Roma Futurista”. Settimanale del movimento futurista, III (1920), n. 71

 

43

“Sant’Elia”. Architettura - arredamento - materiali da costruzione, I (1933), n. 2, 6 ; III (1934), n. 63, 64

 

44

“La scintilla”. Arancione + rosso + ultravioletto, I (1925), n.3

 

45

“Stile futurista”, I (1934), n. 1 (lacunoso) ; II (1935), n. 8\9 (lacunoso), n. 15\16

 

46

“Totalità”. Quindicinale libero, III (1968), n.3

 

47

“L’uomo e l’idea”. Settimanale di valorizzazione italiana diretto da Settimelli, I (1921), n.1

 

48

“L’eco del mondo”. Settimanale politico letterario artistico, II (19359, n.4 )

 

 

Estratti

 

A. Bertini Calosso, L’aula magna della regia università italiana per stranieri, Urbino, XVI, regio Istituto d’arte del libro, estratto da 

 

“Rassegna della istruzione artistica”, VIII (nov. - dic. 1973)

 

 

Monografie

1

Andre, Farfa, Folco, Lanza, Lungi, Lupe, Tullio D’albi[sola], liriche di guerra, un aereodisegno, e l’”essenza della poesia futurista” di 

 

Giovanni Acquaviva, Savona, stamperia della casa ed. 2Liguria”, 1942, (sulla prima pagina dedica di Acquaviva)

 

2

Futurismo oggi, Roma, Arteviva, 1967

 

3

Victor Hugo, Il mistero eterno, Firenze, Casa editrice italiana, 1910 (si tratta di un volumetto a cui manca copertina e frontespizio, ma che 

 

Loreti ha fotocopiato secondo le dimensioni originali e rilegato. Mancano le pp. 11 - 13, alla p. 14 c’è un piccolo commento di Dottori).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARCHIVIO LORETI

 

 

Corrispondenza: 1.Lettere a Dottori     

                            2.Minute di Dottori    

                            3.Lettere a Loreti

                            4.Minute di Loreti

 

Dottori personale:1. Documenti relativi al giorno della morte 13 giugno 1977

                             2. Manoscritti di Dottori (solo fotocopie)

 

Lavori per pubblicazioni : 1. Appunti e calcoli per le pubblicazioni

                                         2. Dattiloscritti e manoscritti per pubblicazioni

 

Documenti di studio: 1. Fotocopie di testi, cataloghi, riviste

                                  2. Fotocopie di giornali quotidiani

 

n. 3 raccoglitori rilegati a volume contenenti foto

n. 7 raccoglitori contenenti foto, articoli di giornale

n. 2 raccoglitori di articoli di giornale

n. 7 album di fotografie

 

 

 

b.1

Corrispondenza

Tale serie si divide in quattro fascicoli. Il primo contiene le lettere che sono state spedite a Dottori, il secondo le minute spedite dallo 

 

stesso pittore, il terzo le lettere ricevute da Loreti e il quarto le minute spedite dallo studioso e mecenate.

Nel fascicolo n. 1 sono contenute 61 lettere ricevute da Dottori tra il 1909 e il 1972. Si tratta interamente di fotocopie e, tra questi 

 

documenti, si erano trovate le lettere di Guido Ballo, che però sono state ricollocate nella serie corrispondenza dell’archivio Dottori. Alcune 

 

lettere sono senza data.

Nel secondo fascicolo ci sono 40 minute spedite da Dottori tra il 1920 e il 1972. Anche queste sono tutte in fotocopia. Erano in originale quelle 

 

a Ballo del 1968, anch’esse ricollocate nella serie di appartenenza dell’archivio Dottori; copiosa è la corrispondenza con l’amico Alberto 

 

Presenzini Mattoli, tra il 1964 e il 1970, e con l’avv. Guido Cimino, tra il 1962 e il 1968.

Di alcune lettere trovate in questo archivio non se ne ha traccia nell’archivio Dottori.

Il fascicolo n. 3 contiene le lettere ricevute da Tancredi Loreti tra il 1968 e il 1984; sono in totale 55, tutte in originale tranne le lettere 

 

di Maria Zamboni del 1958. In questo fascicolo è presente un attestato, in fotocopia, con cui Dottori dichiara che Tancredi Loreti è “persona 

 

qualificata a riconoscere la qualità delle sue opere”. Qui è stata inserita anche una piccola pubblicazione su Giovanni Acquaviva.

Il fascicolo 4 contiene 8 lettere spedite da Loreti tra il 1968 e il 1984; sono per lo più minute e brutte copie. Inoltre ci sono due fotocopie 

 

di lettere di Alberto Presenzini Mattoli spedite, la prima ad una persona sconosciuta, la seconda a Crispoldi, per le quali è stato fatto un 

 

fascicolo a parte

 

Corrispondenza

1

Lettere a Dottori

1909 – 1972

 

2

Minute di Dottori

1920 – 1972

 

3

Lettere a Loreti

1968 – 1984

 

4

Minute di Loreti

1968 – 1984

 

5

Lettere di Presenzini Mattoli

 

 

b.2

Dottori personale

Questa serie contiene due fascicoli. Il primo raccoglie tutti i documenti relativi alla morte del pittore avvenuta il 13 giugno 1977; il secondo 

 

raccoglie 23 manoscritti di Dottori solo in fotocopia.

 

1

13 giugno 1977

 

2

Manoscritti

 

 

b. 3

Lavori per pubblicazioni

Questa serie raccoglie materiale confusionario e diverso che Tancredi Loreti ha prodotto per le pubblicazioni delle opere di Dottori. Si è 

 

cercato di distinguere gli appunti e i calcoli dai manoscritti e dattiloscritti, per cui il primo fascicolo contiene appunti e calcoli e il 

 

secondo manoscritti e bozze di stampa.

 

1

Appunti e calcoli per pubblicazioni

 

2

Manoscritti, dattiloscritti, bozze di stampa

 

 

b. 4

Studio

Questa serie contiene tutto il materiale trovato in grande confusione, che Tancredi Loreti ha riprodotto in fotocopia per la sua attività di 

 

studio dell’arte di Dottori, ma anche dell’arte del Novecento in generale. Si sono distinte le fotocopie di testi, cataloghi e riviste, dalle 

 

fotocopie di giornali quotidiani.

 

1.

Fotocopie di testi cataloghi e riviste

 

2

Fotocopie di giornali quotidiani 

 

n. 3 raccoglitori rilegati a volume contenenti foto

n. 7 raccoglitori contenenti foto, articoli di giornale

n. 2 raccoglitori di articoli di giornale

n. 7 album di fotografie

 

 

 

Vota questo articolo
Ultima modifica il

Altro in questa categoria: Londra »

Tematiche Dottoriane

Dottori Futurista
Aeropittura
Sacro
Nuovo Paesaggio Moderno

Mediante gli stati d’animo delle velocità aeroplaniche ho potuto creare il paesaggio terrestre isolandolo fuori tempo-spazio nutrendolo di cielo per modo che diventasse paradiso”.

Gerardo Dottori

 

© Gerardo Dottori 2014

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Approvando acconsenti all'uso dei cookie. Più informazioni